7 modi per non sprecare le tue giornate

cosa fare mentre attendi nuove occasioni di lavoro

Giusi Usai

Giusi Usai

Il periodo storico in cui stiamo vivendo è tutto fuorché semplice e la pandemia ha contribuito a complicarci la vita sotto ogni punto di vista. L’eredità del virus sarà devastante soprattutto per l’economia. Secondo i dati Istat, rispetto al mese di febbraio 2020, a marzo l’occupazione è in lieve calo e la diminuzione della disoccupazione si ricollega alla forte crescita dell’inattività. In poche parole, calano le persone in cerca di occupazione (-5,4% pari a -133mila) e aumentano gli inattivi nelle fasce di età compresa tra i 15 e i 64 anni (+1,5% pari a +192mila unità). Non è difficile comprenderne le motivazioni. Se pensiamo ai giovani che stanno ultimando gli studi, a quelli che hanno appena raggiunto il traguardo della laurea o a chi invece contemplava da tempo un cambiamento di rotta nella propria carriera, possiamo intuire il senso di frustrazione o di paura che accomuna e attanaglia tutti. Se è vero che ci troviamo tutti nello stesso mare di precarietà e sconforto, con le medesime incertezze per il futuro, è pur vero che non siamo sulla stessa barca. Ognuno si trova ad affrontare questa tempesta sulla propria barca e dispone soltanto dei propri remi per fronteggiare la corrente avversa. Condizioni e possibilità differenti che da una parte ci rendono insicuri e dall’altra dovrebbero farci riflettere su ciò che possiamo fare per muoverci nella tempesta. Tu cosa faresti? Preferiresti aspettare le scialuppe di salvataggio o inizieresti a remare con la forza e le capacità che hai, per cercare di salvarti? Personalmente, in questi mesi di stop forzato, ho sperimentato emozioni contrastanti, che a pensarci bene sono simili a quelle che ho provato nei periodi in cui sono rimasta ferma senza lavoro, ad aspettare che fossero le occasioni a bussare alla mia porta. Inizialmente la paura e la negatività avevano preso il sopravvento, ma poi mi sono rimboccata le maniche e ho cercato di sfruttare il tempo a mia disposizione come se fosse un vantaggio. Questo atteggiamento proattivo ha fatto in modo che non perdessi la motivazione e che trovassi la forza per alzarmi tutte le mattine con entusiasmo e ottimismo. Ci sono tantissime cose che potresti fare da casa in attesa di trovare lavoro e ti aiuterebbero a restare focalizzato sui tuoi obiettivi, a non perdere la passione per ciò che ami fare, a potenziare la tua professionalità, ma soprattutto, ad incrementare sensibilmente la possibilità di avere nuove opportunità lavorative.

1. Dedicati a un nuovo hobby

Sono sicura che anche tu hai interessi ai quali ti dedicheresti a tempo pieno “se solo avessi più tempo”. Ora non hai più scuse, considera questo periodo come l’occasione perfetta per coltivare un nuovo hobby. Prova ad ampliare il tuo ventaglio di abilità trasversali, ovvero quelle competenze che pur non essendo direttamente legate al tuo lavoro, rappresentano risorse preziose per ottimizzare le performance in qualsiasi settore di impiego e per concederti un considerevole vantaggio rispetto ai tuoi competitor. Alcuni esempi:
  • aprire un blog;
  • imparare un nuovo linguaggio di programmazione;
  • imparare a suonare uno strumento;
  • imparare ad usare un nuovo programma per il pc (photoshop, excel, tool per il video editing, ecc…);
  • fotografia o grafica.
Avere hobby dimostra iniziativa e passione per l’apprendimento e ti aiuterà anche a migliorare la tua immagine professionale.

2. Segui un corso online

Esistono tantissime piattaforme di corsi online in una vasta gamma di argomenti, quindi se vuoi aggiornarti nel tuo settore di interesse, acquisire nuove competenze per cambiare lavoro o mansione nell’azienda dove sei già impiegato, scoprire nuove materie e percorsi che non avresti considerato, è un’occasione per aggiungere un tassello alla tua formazione e migliorare la tua occupabilità. Ecco di seguito alcune delle piattaforme più conosciute e ad accesso libero:
Eduopen. Frutto di un progetto finanziato dal MIUR, vede aggregati oltre 17 atenei italiani. Al termine di ogni corso è previsto il rilascio di un certificato di partecipazione che attesta il livello del corso seguito.
Udemy. Una rete didattica variegata ad accesso illimitato che ti consente di apprendere con il tuo ritmo e scegliere tra diverse categorie di materie: dalla tecnologia e lo sviluppo web, al marketing e alla comunicazione, fino ad arrivare alle soft skills e alla crescita personale.
Federica web learning. Promossa dal Centro d’Ateneo dell’Università di Napoli Federico II, per promuovere una didattica moderna, interattiva e multimediale. Federica Web Learning offre corsi di alta formazione accessibili a tutti.
OpenupEd. Un progetto realizzato con la collaborazione dell’Unione Europea che raccoglie moltissimi corsi, tra cui diversi in italiano, in partnership con numerose Università d’Europa.
Se non hai difficoltà con le lingue straniere, potrebbe essere un buon metodo per migliorarne il tuo livello.
3. Inizia a leggere
Sapevi che leggere, migliora le possibilità di trovare lavoro? Non solo consente di affinare le capacità di analisi e comprensione, ma anche quelle di comunicazione e scrittura. Non avrai bisogno di spendere grosse cifre, esistono anche migliaia di ebook gratuiti, disponibili online e scaricabili su Mondadori Store, IBS e Openlibrary. Io mi trovo molto bene anche con gli audiolibri (Audiolibri.org), è un ottimo modo per apprendere in multitasking, anche mentre corri, pulisci casa o cucini. Se sei abbonato ad Amazon Prime, basterà scaricare l’applicazione Audible per avere a disposizione un catalogo di oltre 50.000 audiolibri e podcast, oppure potresti usufruire della prova gratuita di 30 giorni ad accesso illimitato.
4. Migliora la tua presenza online
Dai un’occhiata ai tuoi social e prova a pensare, se in prima persona stessi cercando un collaboratore, che opinione ti faresti, osservando il tuo profilo? Inutile che ti spieghi quanto è importante curare la propria immagine professionale online e quanto conti la prima impressione. È vero, la maggior parte delle organizzazioni ha sospeso le nuove assunzioni, ma è pur vero che non sarà sempre così. Sfrutta questo tempo per fare qualche ricerca nel settore in cui vorresti trovare occupazione, prestando particolare attenzione alle aziende che operano nel tuo territorio, per saperne di più sulla loro storia, sui progetti che stanno portando avanti e per scoprire a quali figure potrebbero essere interessate. Cerca di ripulire i tuoi profili da tutti i post che potrebbero danneggiare le tue possibilità di apparire professionale e credibile: foto di serate brave, post su argomenti controversi (ad esempio quelli apertamente schierati in relazione a politica o religione) o con contenuti volgari. Inoltre, se non sei ancora iscritto a LinkedIn o hai abbandonato l’idea di utilizzarlo, è arrivato il momento di iniziare seriamente a costruire la tua presenza online e ottimizzare il tuo profilo.

5. Volontariato da casa

Mentre molti stage curriculari, tirocini e opportunità di lavoro sono stati posticipati, non c’è nulla che ti impedisca di fare esperienza come volontario da remoto. Oltre all’aspetto morale e alle nobili cause che persegue, il volontariato ha il vantaggio di farti guadagnare punti in più nella fase di analisi del tuo CV e ti darà anche un importante vantaggio in sede di colloquio. Le attività non devono necessariamente essere correlate alla tua carriera perché ciò che conta, sono le abilità trasversali che acquisirai. Se pensi sia un’attività che fa per te, prova a visitare il sito di Italia non Profit, per verificare se ci sono progetti di tuo interesse.

6. Migliora una lingua

Conoscere almeno una seconda (o terza) lingua può aiutarti a distinguerti in un mercato del lavoro sempre più globalizzato e competitivo. Esistono tantissime risorse online per aiutarti a velocizzare i tempi di apprendimento e rendere lo studio meno pesante, come ad esempio le serie tv, i film, i libri o le app (io ti consiglierei Duolingo, è gratuita e molto intuitiva).

7. Perfeziona il tuo c.v.

Non trascurare il tuo c.v. solo perché pensi che in questo periodo non ci siano opportunità. Può capitare in ogni momento di trovare un’offerta interessante e non devi farti trovare impreparato. Aggiornalo con le tue ultime esperienze, verifica la formattazione e controlla che non ci siano errori grammaticali o refusi.
Spero che tu abbia trovato qualche spunto di tuo interesse e non dimenticare di aggiungere al tuo c.v. anche tutte le nuove competenze acquisite durante questo periodo di fermo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin