5 idee per pianificare il tuo piano editoriale social

Giusi Usai

Giusi Usai

In pochi minuti hai creato il tuo profilo Linkedin o hai deciso che Facebook sarebbe stato il canale giusto per il tuo personal branding, ma spesso ti fermi ore e ore a pensare a quali contenuti siano più adatti a raccontarti come professionista. Voglio rassicurarti, la sindrome da foglio bianco capita anche agli scrittori più esperti e non occorre essere saggisti in erba per comunicarsi attraverso i propri canali social. È chiaro che aprire un profilo o una pagina non abbia senso senza la progettazione di una strategia, ma in questo nuovo post vorrei darti alcune idee per iniziare a strutturare il piano editoriale per le tue pubblicazioni.

1. Super potere

Non aver timore di metterci la faccia: raccontare qualcosa in più di te non farà altro che accorciare le distanze con il tuo pubblico e questo è fondamentale per la creazione di un legame con la rete di collegamenti. Prova a pensare a ciò che ti rende unico nel lavoro che svolgi, oppure, per evitare il rischio di apparire troppo autoreferenziale, potresti svelare uno di quei piccoli segreti che può tornare utile a chi è interessato a farsi spazio nel tuo settore. La generosità è sempre apprezzata proprio perché è insolita.

2. Ostacolo superato

Le storie suscitano sempre molto interesse. Cogli l’occasione per parlare di una sfida che hai dovuto affrontare durante il tuo percorso formativo o professionale. Per renderla appetibile metti in campo le emozioni: descrivi il tuo stato d’animo, esponi le tue preoccupazioni e spiega come sei riuscito a trovare una soluzione. Potrebbe ispirare ed essere di aiuto a molti altri nella tua stessa condizione.
3. Prossimi obiettivi
Tenacia, passione e impegno, sono soltanto alcune delle qualità delle persone di successo, trasmettile raccontando le prossime tappe del tuo cammino. Ricorda la scelta che hai fatto e il motivo fondante che ti ha spinto ad intraprendere la tua carriera.
4. Risorse utili
La condivisione è alla base delle dinamiche della rete. Sfrutta i tuoi canali per segnalare siti web, libri, corsi online, eventi che siano in target con le tematiche riguardanti il tuo settore. Se hai un blog, potresti anche dedicare il tuo nuovo post alle applicazioni tecnologiche che ti agevolano nello svolgimento del tuo lavoro. I tuoi follower apprezzeranno sicuramente.

5. I tuoi guru

Quali sono i tuoi punti di riferimento? Pensa ai professionisti che stimi, che ti ispirano e che segui con interesse perché ti spronano ad essere la versione migliore di te stesso, ogni giorno. Anche i tuoi guru dicono molto su di te al tuo pubblico.
Raccontarsi in modo aperto ed efficace non è mai facile, ma la rete offre tante modalità per mostrare, al tuo pubblico di riferimento, chi sei e cosa sai fare. Scegli quella che si adatta agli obiettivi della tua comunicazione. Abbi fiducia nelle tue capacità e se hai bisogno di un consiglio, scrivimi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin