Chi sono

Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare

Seneca

Mi sono laureata, dopo 5 anni di sacrifici (e anche tante soddisfazioni, lo ammetto), in Comunicazione e Tecnologie Digitali per l’Amministrazione.

Non mi sono mai pentita del percorso intrapreso, non ho mai avuto ripensamenti, ho scelto fin da subito di assecondare le mie passioni e la mia curiosità verso il mondo Digital e questo mi ha consentito di laurearmi in corso e di investire altro tempo prezioso in corsi, letture e approfondimenti su tutto ciò che ritenevo utile a completare la mia formazione.

Piena di speranze e ottimismo, ho stilato il mio c.v., mi sono iscritta nei migliori siti di annunci e ho iniziato la ricerca di un lavoro. Volevo buttarmici a capofitto anche e soprattutto perché l’idea di non avere più l’impegno dello studio, che consideravo un lavoro, mi aveva disorientata enormemente. Più il tempo passava e meno riuscivo a capire per quale ragione non ricevessi risposte ai miei c.v.

Mi ripetevo sempre: com’è possibile che non riesca a trovare lavoro? Il mio, è un settore non ancora saturo, ho maturato competenze molto specifiche, ho svariate esperienze di tirocinio (agggratis, che te lo dico a fa’), eppure niente!!!

Ad un certo punto del mio percorso, mi capitò di essere contattata da Aziende alle quali spedivo la mia autocandidatura che, pur avendo l’esigenza di promuoversi con  strumenti digitali, e pur interessate a una figura come la mia, mi offrivano la “grande possibilità” di lavorare per loro, ma gratuitamente.

In quell’esatto momento capii che stavo sbagliando tutto.
Sì, perché se, una volta catturata l’attenzione di un’Azienda, l’unica cosa che sei in grado di ottenere è un impiego che ripaghi anni di studi e  sforzi con una manciata di “punti paradiso”, allora il problema è il tuo.
Non sei stato capace di far capire realmente quale sia il tuo valore.

Questa ragione mi ha spinto a cambiare totalmente la mia prospettiva: prima di cercare disperatamente di essere assunta da un’azienda, come esperta di comunicazione digitale, avrei potuto adoperare gli stessi strumenti per promuovere me stessa, come se fossi il prodotto di punta del mio Brand.

Attualmente la Comunicazione è il mio lavoro e sono riuscita a realizzare i miei obiettivi.

All’inizio di questo breve racconto, ho scomodato Seneca perché credo fortemente che non esistano condizioni favorevoli o fortuna, per chi cerca il suo posto nel mondo del lavoro, senza aver studiato una rotta.

Senza gli strumenti adeguati e una strategia efficace, navigherà a vista, senza mai andare in porto.

Giusi

Giusi